Catania: Bici nelle corsie preferenziali: la giunta approva la delibera

Il tracciato, percorribile anche contromano, parte da
piazza Europa, attraversa corso Italia e viale XX Settembre

CATANIA – Sì alle bici nelle corsie degli autobus: a Catania arriva una piccola rivoluzione nelle strade del centro. I ciclisti potranno pedalare al sicuro dove le auto private non potrebbero andare, e il tutto con il benestare di Palazzo degli Elefanti. La giunta, infatti, ha approvato la delibera chiesta a gran voce dagli appassionati delle due ruote.

IL PERCORSO – Il tracciato, percorribile anche contromano, parte da piazza Europa, attraversa il viale alberato di corso Italia e viale XX Settembre, e poi scende lungo via Etnea fino a piazza Duomo che è pedonale e quindi già ciclabile. Sempre su via Etnea, si può andare in bici anche nelle corsie di via Umberto e viale Libertà, ricollegandosi con corso Italia e viale XX Settembre. Gli amanti delle biciclette aspettavano da tempo questa decisione: il gruppo «#Salvaciclisti Catania», in particolare, aveva inserito la richiesta nel decalogo consegnato all’amministrazione comunale. E alcuni mesi fa via Umberto era stata trasformata in un pista ciclabile abusiva, con segnali stradali falsi ma così realistici che il Comune aveva dovuto cancellarli in tutta fretta per evitare confusione tra i cittadini. I rappresentanti del Gruppo – tra cui Attilio Pavone, Andrea Genovese e Giambattista Immè – hanno sottolineato «l’attenzione mostrata nell’interesse di uno sviluppo sostenibile della città che sta finalmente permettendo di aprire nuovi fronti per migliorare seriamente la vivibilità di Catania nel segno della partecipazione dei cittadini alle scelte dell’amministrazione». A chiedere questa iniziativa erano stati anche Fedeconsumatori e Fiab Sicilia.

GLI INTERROGATIVI – Adesso, tuttavia, si aprono nuovi interrogativi sull’uso quotidiano delle corsie, sulle quali possono transitare anche mezzi di soccorso e taxi. In particolare, alcuni si chiedono se, incontrandosi nella stessa preferenziale, debba passare prima il bus o il ciclista, magari con bimbi al seguito. «Il consiglio è quello di accostare e farsi superare – rispondono i #Salvaciclisti – soprattutto in viale XX Settembre e via Umberto». «Si tratta – chiariscono il sindaco Raffaele Stancanelli e l’assessore alla Mobilità, Santi Cascone – di un’iniziativa che ripropone nella città di Catania una modalità di spostamento in bicicletta già attuata e diffusa in altre città italiane come ad esempio Brescia e Bologna, e largamente in uso in molte realtà europee». Stancanelli ricorda anche che «la delibera anticipa alcuni contenuti del Piano Generale del Traffico Urbano, che questa amministrazione, dopo quasi venti anni di attesa, in tempi brevi sottoporrà al consiglio comunale». «Il piano della Mobilità, di cui questa iniziativa è parte integrante, è fortemente orientato allo sviluppo di una mobilità sostenibile finalizzata al decongestionamento del traffico – dice Cascone – da attuare mediante un significativo potenziamento e ridisegno del trasporto pubblico con automezzi a basso impatto ambientale, ma soprattutto mediante una nuova dimensione pedonale e ciclabile dei percorsi ciclabile, in parte già realizzata, interamente programmata nel Piano generale del traffico». I ciclisti dal canto loro hanno chiesto anche maggiore attenzione nei punti critici di cui hanno fornito anche una mappa, e l’adozione di rastrelliere, magari sponsorizzate dai commercianti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: